COME TUTTO E' INIZIATO

Correva l'anno 2013 quando alcuni amici, conoscendo come trascorrevamoo le serata al pub, ci regalarono un corso di approfondimento sulla birra artigianale.

La nostra prima reazione fu di stupore: cosa avremmo potuto scoprire di più della birra che già non conoscevo? Meglio berla, la birra, che raccontarla, no?

E poi perché sprecare tanto tempo prezioso per ascoltare noiosi sermoni su processi di produzione e sulla coltivazione di luppolo e malto? Noi che non sapevamo nemmeno che forma avesse il luppolo! Ci suonava come qualcosa di nordico: luppolo, lapponia... bah!

E' con questo spirito che mi sono presentato alla prima lezione del corso, convinto che sarebbe stata anche l'ultima, perché preferivo la pratica di bere birra piuttosto che la teoria. Immaginate la mia faccia che sbuffa. E invece...

prodotto-birra

lA SCOPERTA DELLA BIRRA ARTIGIANALE

E invece ecco la sorpresa: già dalla prima lezione il corso si focalizzava sull'assaggio di una selezione di birre artigianali di birrifici locali e il rispettivo abbinamento con cibi di ogni genere: dal pesce, alla carne, ai dolci e financo al cioccolato.

Non penso di aver mai provato un'esplosione di sapori così vasta e abbinamenti che mai avrei creduto possibili con la birra. Del tipo: sapete quando vi dicono che con il pesce va bevuto solo il vino bianco? Balle!

E il segreto era tutto lì: nella birra artigianale, nelle sue caratteristiche uniche, nel suo processo di produzione "non industriale", nella passione e nella fantasia di chi utilizza gli elementi come un sapiente artigiano.

E poi la sorpresa nella sorpresa: di sapori, retrogusti, colori e abbinamenti se ne potrebbero trovare migliaia, forse milioni, e non basterebbe una vita intera per assaggiarle tutte.

L'idea: birra artigianale a casa

Ci siamo domandati a lungo come fare a ripetere quelle sensazioni sempre uniche se la Grande Distribuzione Organizzata vende per lo più birre industriali e i pub, per forza di cose, hanno una scelta limitata e sempre uguale.

Quanti gusti ci stavamo perdendo se la birra viene prodotta da microbirrifici o agrobirrifici locali, a volte talmente piccoli che riescono solo a rifornire il proprio comune di appartenenza?

E' da qui che è nata l'idea BirrUp. Dal sogno di portare il gusto sano, vero, diverso, e spesso stagionale, delle migliaia di birre artigianali italaine sulle tavole (e sui divani) di tutti. Per farlo abbiamo dovuto creare un sistema diverso da quello tradizionale della distribuzione.

Un sistema che proponesse una continua e infinita varietà di birre (prodotti sempre diversi) e che rispettasse la qualità e conservazione delle birre (direttamente dal produttore al consumatore, in base alla stagionalità).

Questa è la ragione per la quale abbiamo pensato alla formula
abbonamento, un po' come fa Netflix per le serie Tv, o Sky per le partite di campionato, o il tuo operatore telefonico quando ti fornisce telefonate ed SMS illimitati.

Siamo sicuri che BirrUP non sia solo il nostro sogno ma il desiderio di tanti che, come noi, amano la birra artigianale. E a te l'idea piace?