12 birre artigianali Speciali Barley (75cl)

119,0

Per un’occasione speciale, servono birre speciali. Per questo abbiamo selezionato birre dalle ricette particolari e di alta gradazione per farti provare la sensazione unica di un prodotto artigianale e particolare.

Il Birrificio artigianale Barley, fondato nel 2006 grazie alla forte passione per le birre di elevata qualità dei due soci, è una piccola e creativa realtà artigianale che si propone di inserire i suoi prodotti nella tavola della ristorazione di fascia medio-alta, secondo una linea di diffusione parallela al vino.

Tutte le birre sono non pastorizzate, non filtrate e rifermentate in bottiglia: una metodologia produttiva che consente l’affinamento della birra, rendendo i suoi aromi e sapori in continua e sorprendente evoluzione e conferendo al prodotto una digeribilità ottimale. La forte passione, unita alla cura incessante per l’alta qualità, ha consentito di far conoscere con successo le birre Barley anche a qualificati esperti americani, aprendo quindi la strada all’esportazione negli USA, dove hanno trovato la naturale collocazione in quei ristoranti di fascia alta e altissima molto sensibili ai prodotti di nicchia, specie se italiani.

A confermare l’alta qualità del prodotto e il notevole gradimento da parte dei consumatori, vanno ad aggiungersi al mercato di esportazione statunitense quello australiano e quelli di alcuni paesi di grande tradizione brassicola, come l’Inghilterra, la Germania e il Belgio. A questi si aggiungono i sempre più interessanti mercati asiatici. Date le richieste fortemente crescenti negli anni, soddisfatte solo in minima parte (specie in primavera – estate), nel 2015 si decide di incrementare la produzione, costruendo un nuovo stabilimento, sito nella zona industriale di Maracalagonis, a pochi km di distanza dall’altro birrificio.

Descrizione

Le birre artigianali speciali che andrai ad assaggiare sono:

Toccadibò (Strong Golden Ale): “Colore dorato carico e schiuma candida e pannosa, la Toccadibò ci ricorda subito una golden strong ale. Nel naso, si presenta pulita e secca con sensazioni alcoliche molto pronunciate che ben presto evaporano per lasciare trionfare un sontuoso fruttato di pesca e albicocca sciroppate che viene ben bilanciato da aromatiche note di luppolo che ricordano l’erba cipollina. Nel palato, l’annunciata sensazione di “warming” viene ben contrastata da un’ardita secchezza che ci regala un retrogusto speziato, pulito e tagliente che ci porta, nonostante il forte tenore alcolico, a desiderare subito un secondo bicchiere. Al degustatore più attento non sfuggirà un’inusuale ma gradevolissima nota di amaretto. A tavola può sposarsi alla perfezione con carni bianche, ma può sorprendere e sgrassare elaborati piatti a base di selvaggina, combattere con formaggi grassi di lunga stagionatura e rivelarsi irresistibile con crostate di frutta sciroppata o con gli amaretti.” Alc. 8.4%

BB7 (Italian Grape Ale al mosto fresco da uve bianche aromatiche): “Con le sue straordinarie birre con la sapa da diversi vitigni della sua amatissima Sardegna, Nicola Perra è stato il caposcuola e l’apripista di uno stile tutto italiano che sta conquistando il mondo. Le sue doti di spiccato innovatore esplodono letteralmente con questa BB7, primogenita di un nuovo progetto, per la quale ha sperimentato e applicato una tecnica inedita per una birra tramite aggiunta di mosto fiore da spremitura soffice di locali uve aromatiche, poi fatto concentrare tramite evaporazione sottovuoto a bassa temperatura. Fresche e suadenti note agrumate, tropicali e di mela golden, legati alle peculiarità delle uve utilizzate, completate da un finale adeguatamente asciutto e lievemente amarognolo, ci regalano una birra “molto birra” di grande carattere e, al tempo stesso, di alta bevibilità. Chapeau!” Alc. 7%

BB Boom (Strong Ale alla sapa da uve di Vermentino): “Gli esaltanti risultati conseguiti nelle tre precedenti, ardite sperimentazioni nell’utilizzare la sapa di vitigni della sua Sardegna come il Cannonau, il Nasco e la Malvasia, hanno incoraggiato il birraio-ricercatore-innovatore Nicola Perra a impiegare la sapa di Vermentino per questa sua nuova, attesissima creazione. Birra davvero complessa che ad un olfatto caratterizzato da fresche note floreali e di uva bianca, tipiche del Vermentino, agrumate di pompelmo rosa ed arancia amara e di frutta esotiche, mango in primis, conferite da un originale bouquet di luppoli inusuali sapientemente assemblati, sa sorprendere nel palato con una notevole pienezza che sa sostenere imponenti note vinose e fruttate, mela cotogna su tutte, e soprattutto con un deciso e persistente finale amaro che, oltre a confermare il marchio di fabbrica Barley nella sua beverinità di birre di forte tenore alcolico, completa in modo straordinario un percorso gustativo di altissimo livello e di grande soddisfazione per il consumatore”. Alc. 9%

BB9 (Strong Ale alla sapa da uve Malvasia): “L’originale sperimentazione nell’utilizzo della sapa da vitigni autoctoni di Nicola Perra, sa raggiungere punte di assoluta finezza olfattivo-gustativa con questa BB9, caratterizzata dalla sapa da uve Malvasia. Ricca nell’olfatto di note vinose, agrumate e di frutta esotica, passion fruit in primis, conferite dalla sapa e da un sapiente melange di luppoli tedeschi, americani e neozelandesi che le regalano un bouquet unico, la BB9 sprigiona nel palato un fruttato davvero notevole, che prelude ad un retrogusto secco e decisamente amarognolo con persistenti punte speziate, pepate. Birra da alta ristorazione secondo lo stile e la filosofia Barley, secca nel retrogusto con punte di freschezza e sapidità che oltre a pulire la lingua, contrasteranno l’untuosità e la pesantezza di cibi grassi e di marcata succulenza. L’ampio ventaglio della variegata gastronomia sarda e le succitate caratteristiche della BB9 ci permettono abbinamenti con la cucina sia di terra che di mare. Nel primo caso, dai piatti di pasta a base di carne come i culurjonis conditi con ricchi ragù o la fregola con sugo di pomodoro, salsiccia e pecorino alla temibile, ma squisita pecora in cappotto. Nel secondo caso, ottima con frutti di mare e pesce crudo, ma tenterei un accostamento ardito col pesce a scabecciu, difficilmente abbinabile ai vini.” Alc. 9%

BBevò (Barley Wine alla sapa da uve Nasco): “Con l’attesissima BBevò, Nicola Perra continua la ricerca, iniziata con successo con la BB10, cimentandosi questa volta con l’utilizzo della sapa di Nasco, antichissimo vino liquoroso della zona del Cagliaritano. Olfatto pulito e molto fine nel quale si colgono punte di uva bianca e di frutta amarognola, mandorla amara e una chiara avvisaglia di sano calore, creata da nette note di marasca sotto spirito. Nel palato conferma in pieno le caratteristiche di finezza e gentilezza e conferma altresì le note fruttate di uva e marasca e mandorla amara arricchite da punte erbacee e pepate oltre che a prevedibili note di frutta secca e toffee. Barley wine “gentile”, più secco del normale ma ricco di calore, più vicino come fruizione ad un fine cognac che ad un passito. Classica birra da meditazione, calmante e digestiva. Perfetta per un rilassante fine serata davanti al caminetto, godendosi un buon film in dolce compagnia, può comunque dare ampie soddisfazioni al palato anche a tavola con grandi formaggi erborinati nonché con dessert a base di cioccolato, creme e confetture ma soprattutto con gli irresistibili e svariati dolcetti a base di mandorle, vanto della pasticceria artigianale sarda.” Alc. 10%

BB10 (Imperial Stout alla sapa da uve Cannonau): “I nostri birrai senza una tradizione da seguire, sono totalmente liberi di lanciarsi in ardite sperimentazioni, caratterizzate sempre più dall’impiego di ingredienti inusuali, ma strettamente legati al territorio di produzione. E’ questo il caso del giovane sardo Nicola Perra che per questa straordinaria BB10 utilizza addirittura la sapa (mosto d’uva cotto) di Cannonau. Una naturale “vinosità” ci accompagna in tutto il percorso, dall’olfatto caldo e sontuoso di caramello, cacao, prugna, amarena e uva fragola fino al palato ricco di sapori complessi che ricordano a turno il caramello, cioccolato, la liquirizia, prugna e mela cotogna, nonché frutta secca dolce come fichi e uva sultanina. Pur essendo una tipica birra da meditazione da fine serata, a tavola sa accompagnare al meglio il rinomato bollito misto alla piemontese, contrastare un sapido pecorino e al momento del dessert accrescere il piacere del cioccolato e di dolci alla ricotta.” Alc. 10%

12 birre artigianali Speciali Barley (75cl)

Informazioni aggiuntive

Formato (cl)

Contenitore

Gradazione

, ,

Numero di pezzi

Ti potrebbe interessare…